Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_colonia

Who’s afraid of Baroque? / Chi ha paura del barocco?

Data:

06/06/2016


Who’s afraid of Baroque? / Chi ha paura del barocco?

ore 19.00

Vincenzo Capezzuto, voce - Claudio Borgianni, regia musicale - Simone Vallerotonda, tiorba e chitarra barocca - Marco Forti, contrabbasso - Gabriele Miracle, percussioni.

Musiche di Stradella, Alessandro Piccinini, L. Rossi, G. C. Cortese, A. Falconieri, altri autori del XVII secolo e musica tradizionale italiana.

Who’s afraid of Baroque? Non è un concerto e nemmeno uno spettacolo teatrale ma un insolito e divertente spaccato della musica e della cultura italiana del Seicento. La prosa, la danza e la musica diventano gli elementi artistici che danno vita a un continuo dialogo tra antico e moderno, un raffinato gioco di fusione, volto a spaziare tra improvvisazione jazz e arte della diminuzione, tra lazzi della Commedia dell’Arte e atmosfere swing.

Soqquadro Italiano è un progetto culturale creato da Claudio Borgianni e da Vincenzo Capezzuto e ha tenuto concerti in Belgio, Italia, Olanda, Russia, Spagna. Nel 2015 il gruppo debutta in Spagna con la produzione „Stabat Mater“ in collaborazione con il coreografo Mauro Bigonzetti ed esce il CD Numero Uno Live dedicato alla musica dello spettacolo „Da Monteverdi a Mina”. Nel febbraio 2016 Soqquadro Italiano debutta a Soci con la nuova produzione „La Stravaganza“, per consort, orchestra d’archi e video d’arte.

Vincenzo Capezzuto collabora stabilmente con l’ensemble L’Arpeggiata di Christina Pluhar con la quale ha inciso 4 dischi per EMI / VIRGIN CLASSICS, esibendosi alla Carnegie Hall di New York, ai BBCProms ed al Wigmore Hall di Londra fino all’Accademia Filarmonica Romana. Nel 2010 è ospite dell’Orchestra Europea Barocca e dell’ensemble Accordone al festival di Salisburgo. Ha danzato in qualità di primo ballerino, nelle compagnie Teatro San Carlo di Napoli, English National Ballet, Ballet Argentino di Julio Bocca, MMcompany di Michele Merola e Aterballetto ricevendo numerosi premi e riconoscimenti.

Claudio Borgianni dopo gli studi musicali, si dedica al teatro collaborando con varie compagnie in Italia e all’estero. Dal 2006 al 2011 dirige la compagnia Bauci Teatro realizzando produzioni artistiche tra cui „Storia di un fiore che Dio fece nascere per sbaglio” sulla figura della poetessa Dina Ferri. 

Entrata: 10,- Euro.

 

Informazioni

Data: Lun 6 Giu 2016

Orario: Alle 19:00

Ingresso : a pagamento


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura Colonia

1250